I cibi fermentati ci aiutano a perdere i chili di troppo

Da sempre diffusi in Oriente, i cibi fermentati sono stati riscoperti anche in Occidente per le loro innumerevoli proprietà, come quella di aiutarci a perdere i chili di troppo.

I cibi fermentati sono cibi che sono stati sottoposti alla lenta e costante azione dei batteri “buoni”, non nocivi per l’uomo. La fermentazione dei cibi è una tecnica che esiste da millenni. Ha permesso all’uomo non solo di conservare il cibo più a lungo, ma anche di dare vita a cibi con nuovi gusti e nuove consistenze.

È una pratica particolarmente diffusa in Oriente. In Giappone, ad esempio, nei mercati si può trovare una grande varietà di verdure e radici fermentate, pronte per  essere mangiate.

La fermentazione negli ultimi anni è stata riscoperta anche in Occidente, perché si sono compresi i benefici dei cibi fermentati per il nostro organismo.

Tra i benefici dei cibi fermentati vi è quella di aiutarci a perdere i chili di troppo e a  mantenerci in forma.

L’intestino ha un ruolo centrale nella diminuzione o nell’aumento di peso di ciascuno di noi. Quando nell’organismo vi è uno squilibrio della flora batterica,  l’intestino si infiamma. Questa infiammazione altera l’assorbimento e il metabolismo dei cibi, favorendo un aumento di peso.

I cibi fermentati sono  ricchi di probiotici, batteri buoni che aiutano a riequilibrare la flora intestinale e a regolare l’assorbimento dei nutrienti contenuti nei cibi, come zuccheri e grassi.

Non è un caso che le persone più magre hanno generalmente una microflora intestinale più ricca e varia rispetto alle persone con qualche chilo di troppo.

I cibi fermentati, inoltre, facilitano la digestione, aumentano l’assorbimento dei minerali e rafforzano il sistema immunitario. Oltre ad aiutarci a riportare la flora intestinale alla normalità dopo aver preso molte medicine e antibiotici.

Quali sono i cibi fermentati che ci aiutano a perdere i chili di troppo?

Non bisogna andare molto lontano: ci sono cibi fermentati che si trovano nel supermercato sotto casa. Ecco dunque 5 cibi fermentati che ti aiutano a mantenerti in forma.

  1. Yogurt

Lo yogurt è l’alimento fermentato per eccellenza. È ricco di fermenti lattici vivi. Contiene, in particolare, il batterio Lactobacillus bulgaricus, in grado di produrre sostanze attive contro diversi batteri dannosi che contribuiscono all’aumento di peso. È facilmente digeribile perché a basso contenuto di lattosio, è ricco di vitamine e minerali, regola l’intestino e agevola l’assorbimento di calcio, magnesio e fosforo. Potete acquistarlo in tutti i supermercati o potete prepararlo a casa, con la yogurtiera o con altri metodi.

  1. Kefir

Il Kefir è una bevanda ottenuta dalla fermentazione del latte da parte dei fermenti di kefir, cioè agglomerati di polisaccaridi, batteri e lieviti benefici per il nostro intestino. Il kefir aiuta a regolarizzare il funzionamento dell’intestino, a riequilibrare la flora intestinale e a contrastare il colesterolo “cattivo”. È un drink leggero, rinfrescante, molto meno corposo dello yogurt e dal sapore acido.  Lo potete trovare nei negozi biologici e potete prepararlo anche casa. Importante è non acquistare kefir addizionato con frutta o altri tipi di aromi perché, contenendo alti livelli di zucchero, ne compromettono l’efficacia sulla linea.

  1. Tra i cibi fermentati, anche i Crauti

Amanti di crauti, wurstel e birra, sappiate che state mangiando del cavolo verza sottoposto a fermentazione naturale per circa due mesi! Il procedimento, nato come metodo di conservazione, arricchisce l’alimento di ceppi batterici probiotici. I crauti sono ricchi di vitamina B e di sali minerali, aiutano la digestione e sono un vero proprio toccasana per l’intestino, perché aiutano la mucosa dell’intestino danneggiata a ricostituirsi.

  1. Tempeh

Il tempeh è un alimento che si ottiene dalla fermentazione  dei semi di soia gialla mediante le spore del fungo Rhizopus oligosporus, che danno a questo cibo la proprietà di colonizzare il colon con batteri “buoni” in grado di riequilibrare la flora intestinale. È inoltre molto ricco di proteine e di isoflavoni, che rafforzano le ossa e proteggono il cuore. Si presenta come un panetto da affettare e potete mangiarlo al naturale o cucinarlo al vapore, stufare o friggere.

  1. Miso

Il miso è una pasta a base di soia fermentata, cereali e sale marino integrale. È un condimento molto usato nella cucina giapponese. Insaporisce e fa bene all’organismo: regola le funzioni intestinale e aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Potete usarlo come un dado, per insaporire brodi, zuppe e risotti, oppure come condimento per le insalate e per le marinature di pesce e carne.

 

Cristina Caramma

Take Home Message
I cibi fermentati ci aiutano a perdere i chili di troppo – Da sempre diffusi in Oriente, i cibi fermentati sono stati riscoperti anche in Occidente per le loro innumerevoli proprietà, come quella di aiutarci a perdere i chili di troppo e a mantenerci in forma. Sono infatti ricchi di probiotici, batteri buoni che aiutano a riequilibrare la flora intestinale e a regolare l’assorbimento dei nutrienti contenuti nei cibi, come zuccheri e grassi. I cibi fermentati, inoltre, facilitano la digestione, aumentano l’ assorbimento dei  minerali e rafforzano il sistema immunitario. Tra i cibi fermentati che ci aiutano a mantenerci in forma: lo yogurt, il kefir, i crauti, il tempeh e il miso.

Tempo di lettura: 1′ e 10”

Ultimo aggiornamento: 2 gennaio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here