Sali minerali, quali ti aiutano in inverno?

I sali minerali in invernoI sali minerali in inverno solo utili per rafforzare il sistema immunitario e combattere le malattie da raffreddamento

Comunemente si pensa che i sali minerali vadano reintegratati solo in estate, quando, attraverso il sudore, il corpo li disperde. In realtà anche in inverno l’organismo disperde i sali attraverso il calore corporeo ed è quindi necessario reintegrarli. Tanto più che i sali minerali in inverno sono molto utili al nostro organismo, perché rafforzano il nostro sistema immunitario, tenendo alla larga le malattie da raffreddamento.

Perché i sali minerali sono importanti per la nostra salute?

I sali minerali sono sostanze indispensabili per il nostro organismo e per le sue funzioni vitali. Aiutano il nostro corpo a mantenere l’equilibrio idro-salino e sono fondamentali per la crescita e la riparazione dei tessuti e delle ossa. Il nostro corpo non riesce a produrre da solo i sali minerali. I quali, quindi, devono essere assunti dall’esterno. Possiamo assumerli attraverso il cibo: ne sono, ad esempio, ricchi la frutta e la verdura. Con l’alimentazione però, non sempre riusciamo ad  introdurne una quantità sufficiente. Può essere quindi utile ricorrere ad integratori, farmaci omeopatici o oligoelementi che li contengono.

Quali sali minerali ti aiutano in inverno? Ecco i sali minerali più utili per prevenire e contrastare i malesseri invernali.

Per proteggerti da tosse e mal di gola, assumi Rame.

Il rame ha una funzione antisettica e antinfiammatoria, rinforza gli anticorpi e migliora le capacità di reazione dell’organismo. Ti aiuta quindi a proteggerti dalle infezioni che possono causare tosse, mal di gola, catarro e abbassamento della voce. Il fabbisogno quotidiano di rame varia tra 1,5 e 3mg.

Gli alimenti ricchi di Rame sono: fegato, legumi, molluschi, crostacei, spinaci, alghe, noci e nocciole, cavoli, avena. Puoi assumere Rame anche sotto forma di oligoelemento ( lo trovi in farmacia).  Per contrastare la tosse, prendilo in associazione con il Manganese.

Per combattere il raffreddore, assumi Zinco.

Lo Zinco stimola il sistema immunitario, rinforza i globuli bianchi e riduce il rischio di infezioni . È quindi un valido alleato contro le malattie da raffreddamento.  Il fabbisogno giornaliero nell’adulto è di circa 10 mg.

Trovi lo Zinco: nella carne in generale, nel cacao, nelle noci, nel tuorlo d’uovo,  nelle ostriche,  nelle aringhe, nei funghi, nel lievito di birra, nel germe di grano,  in avena e mais. Per abbreviare il decorso di un raffreddore,  assumilo  come oligoelemento in associazione con il Rame (in farmacia trovi le combinazioni già pronte).

Tra i sali minerali utili per prevenire l’influenza vi è il Selenio.

Il selenio, grazie alle sue proprietà antiossidanti, rinforza il sistema immunitario e aiuta a prevenire la sindrome influenzale. In più, ha effetti positivi sul funzionamento del cervello e migliora la funzionalità della tiroide. Il fabbisogno giornaliero di selenio è di 55 microgrammi.

È possibile integrarlo nella dieta quotidiana mangiando: pesce, molluschi, grani di sesamo, mais, cipolla, pomodori, orzo, avena, segale, farro. Per rinforzare le difese naturali, puoi prenderlo sotto forma di rimedio omeopatico. Per curarti dai primi sintomi dell’influenza, prendi un integratore che associa il Selenio a Zinco e Vitamina C.

Contro i dolori articolari, assumi Oro.

L’oro può aiutare a prevenire disturbi come mal di schiena e torcicollo, spesso causati da colpi d’aria e freddo. L’oro, infatti, rilassa i muscoli e disinfiamma le articolazioni. Ha, inoltre, effetti antidepressivi, combatte la spossatezza e potenzia il sistema immunitario. Non esiste un fabbisogno giornaliero raccomandato per l’oro, il nostro organismo riesce a soddisfare le esigenze basilari con piccolissime quantità.

Per sfruttare al massimo la sua funzione antinfiammatoria e immunostimolante, assumi l’oro sotto forma di oligoelemento in associazione a Rame e Argento.

Migliora l’umore con il Manganese

Durante l’inverno, con la diminuzione delle temperature e delle ore di luce, l’organismo produce meno serotonina e altre sostanze che influiscono sull’umore. È quindi più facile avere momenti di tristezza e sentirsi un po’ giù. In questi casi, il manganese è molto utile perché agisce sul sistema nervoso, restituendo equilibrio mentale e vitalità. Solitamente la dose raccomandata è dai 2 ai 4 mg al giorno.

I cereali e le noci sono buoni serbatoi naturali di manganese. Ma puoi  trovarlo anche in zenzero, chiodi di garofano,  menta,  zafferano, cardamomo, cannella, timo, curcuma, curry, germe di grano e pinoli. Puoi prenderlo anche sotto forma di oligoelemento, da acquistare in farmacia. Se vivi un particolare stato d’ansia e di nervosismo e hai bisogno ritrovare un equilibrio, prendilo in abbinamento al cobalto.

Consuma Magnesio tutto l’anno per sindrome mestruale e in menopausa.

Il magnesio è un grande alleato delle donne, in diversi momenti della vita. Costituisce un valido aiuto in gravidanza e durante l’allattamento; attenua i disturbi correlati alla sindrome premestruale; aiuta ad alleviare i crampi del ciclo mestruale; è un alleato contro artrosi e dolori articolari; combatte l’ipertensione arteriosa; favorisce la salute di ossa; regola in sistema nervoso, contrastando spossatezza e insonnia, tipici sintomi della perimenopausa. L’apporto giornaliero di magnesio consigliato è circa 5-6 mg per ogni kg di peso corporeo, che diventano 10 mg per donne in gravidanza.

Il magnesio è naturalmente contenuto in: sale marino grezzo/integrale, mandorle, nocciole, noci, cacao, datteri, fichi secchi, albicocche e prugne secche, tuorlo d’uovo, frutti di mare, germe di grano, fiocchi d’avena, cereali integrali, miele, legumi, verdure di colore verde, banane. Puoi assumerlo come rimedio omeopatico o puoi acquistare un integratore a base di magnesio, in commercio ce ne sono diversi.

Cristina Caramma

Take Home Message
I sali minerali in inverno sono molto utili al nostro organismo, perché rafforzano il nostro sistema immunitario, tenendo alla larga le malattie da raffreddamento. Tra i sali minerali che ti aiutano in inverno ci sono: il Rame, per proteggerti da tosse e mal di gola; lo Zinco per combattere il raffreddore; il Selenio per prevenire l’influenza; l’Oro, contro i dolori articolari; il Manganese per migliorare l’umore; il Magnesio, per sindrome mestruale e in menopausa.

Tempo di lettura: 1′ e 10′′

Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2019

Voto medio utenti