Superchic anche sulla neve

Superchic sulla neveLa neve, quanto la adoro!

Complice una nuova collaborazione nel mondo dei viaggi mi sono trovata a vivere una bellissima settimana bianca fuori Europa, lontana dalle mondanissime Cortina e Courmayeur, dall’elegantissima Sankt Moritz o dall’elitaria Gstaad, una settimana super oltreoceano in una delle località sciistiche più mondane d’America, la bellissima Aspen in Colorado rallegrata dalla magia del periodo di Natale.

E qui inizia il dilemma… si può essere chic come la località richiede dovendo necessariamente portare con se come al solito bagagli minimal?

Ma certo che si può, noi donne possiamo tutto, anche fare i bagagli bonsai come Mago Merlino per evitare di venir salassate dall’overweight al check in.

 

CHIC SULLE PISTE

Io sinceramente sconsiglio sempre la tuta, è piuttosto scomoda sia quando ci fermiamo a mangiare, sia quando dobbiamo andare in bagno, doversela regolarmente abbassare è poco pratico.

In questo caso però se possedete la tuta prediligetela assolutamente allo spezzato, avrete un solo capo da infilare nel trolley.

I modelli slim sono carini e vi daranno una linea armoniosa anche in un contesto in cui sembrare l’omino Michelin è facilissimo (io ne so qualcosa)

Per rendere carina e chic la tuta da sci cappellini con glitter o paillettes (il cappellino è d’obbligo assolutamente da preferire a fasce e paraorecchie per evitare di congelare e avere mal di testa) saranno il solo accessorio concesso (anche gli orecchini ma piccoli e a lobo).

Un filo di trucco sopra una base protettiva e idratante con alto filtro solare completerà il look.

Potrete osare un po’ di più con gli occhiali, ce ne sono di bellissimi, colorati e supertrendy.

 

USCIRE LA SERA

In luoghi come Aspen scordatevi il tacco 12 (a Cortina e Sankt Moritz l’ho usato, ma ho rischiato di brutto), la neve è alta e farsi male è facilissimo.

La cittadina è deliziosa e fare 4 passi tra negozi e bancarelle prima di scegliere un luogo dove cenare è d’obbligo.

Il look perfetto in questi casi è un pantalone di velluto a costine o liscio nero con un dolcevita nero e stivali imbottiti (per intenderci quelli in simil-camoscio con rivestimento in pelo sintetico, io sono contraria a tutto ciò che è di derivazione animale come sapete).

Completeranno il look un piumino leggero (o uno smanicato leggermente imbottito) sopra il quale indosseremo il chiodo, se le imbottiture sono leggere e i modelli sciancrati non sembrerete goffe.

Una borsetta modella postina, i vostri orecchini preferiti o una collana per dare luce al dolcevita e sarete perfette.

 

E SE INVECE USCIAMO A CENA?

(difficile perché gli americani non hanno come noi il concetto di “cena” al ristorante a meno di non trovarsi a New York, però noi siamo europei e un tentativo ci sta)

Io sconsiglio di portare con voi gonne o abiti che al 99% non userete (si gela e non siamo abituati a queste temperature), il pantalone di velluto se liscio sarà perfetto con un pull scollo a V nero e un paio di slippers o ballerine con fibbia gioiello.

Una pochette, un punto luce al collo (un ciondolo, un collier sottile…) e la sera è servita!

 

CHIC DI GIORNO LONTANO DALLE PISTE

Portate con voi un jeans o un pantalone di velluto a costine bianco sul quale indossare un pull lavorato pesante o ton sur ton o magari un grigio chiaro, perla, o anche quei bellissimi pull jacquard nordici nei toni del bianco e grigio su cui indossare un montone (anche in questo caso nulla di vero per me) o un piumino che userete anche per viaggiare e gli stivali imbottiti.

Ricordate che gli americani sono molto easy rispetto a noi e il loro concetto di eleganza passa quasi sempre dalla sportività.

Sia per il giorno che per la sera lontano dalle piste fasce e paraorecchie saranno carinissimi e terranno sufficientemente caldo.

Un bagaglio minimal utilissimo passepartout per tutte le occasioni.

 

Cosa ne dite? Vi piace l’idea?

Ma soprattutto… siete state già travolte dal meraviglioso spirito Natalizio che alberga ovunque?

A bientot

“A Pinch of Ginger Spice”

Silvia Ramili

A pinch of ginger spice
Instagram
Facebook
Linkedin

Tempo di lettura: 2′

Ultimo aggiornamento: 08 dicembre 2018

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here