Cosa è la cistite?

tipi di cistiteQuali sono i tipi di cistite? Ne esistono vari tipi. Cerchiamo allora di capire bene cosa è la cistite, i sintomi e le cause

La cistite è un’infezione delle vie urinarie causata causata generalmente da agenti batterici. La cistite è una UTI, un’infezione del tratto urinario. Dal punto di vista clinico, la cistite può presentare un quadro sintomatologico decisamente vario, in quanto può essere asintomatica o estremamente dolorosa.

Nella pratica clinica i tipi di cistiti si classificano in:

  • Cistiti non complicate: si manifestano in pazienti in buone condizioni di salute. Non sussistono concomitanti lesioni strutturali o neurologiche del tratto urinario o altre malattie di tipo sistemico che possano predisporre l’ospite all’infezione batterica.

 

Si distinguono in due tipi di cistite:

  • Acute: è la cistite occasionale e transitoria, di origine infettiva della vescica, caratterizzata da minzioni frequenti e dolorose
  • Ricorrenti: Presenta le stesse caratteristiche della patologia acuta, ma se ne differenzia per la periodicità: tre o più episodi di infezione urinaria in 12 mesi oppure due episodi in 6 mesi.

 

La maggior parte delle donne con infezioni urinarie ricorrenti ha:

  • Re-infezioni: dopo 1-6 mesi da un episodio di infezione, si verifica un nuovo episodio che può essere causato da un diverso microrganismo o da un differente ceppo dello stesso microrganismo.

 

Solo poche hanno invece alcuni tipi di cistite:

  • Ricadute o recidive: entro due settimane dalla fine del trattamento dell’episodio precedente, i sintomi urinari si ripresentano. La ricaduta è di solito causata dallo stesso microrganismo e viene quindi considerata come un fallimento della terapia.
  • Cistiti complicate: si manifestano in pazienti nei quali sono presenti esiti di lesioni infiammatorie conseguenti a precedenti infezioni o a lesioni strumentali, calcoli, anomalie anatomiche o fisiologiche. Queste condizioni possono interferire con il drenaggio delle urine nel tratto urinario provocando stasi e facilitando la colonizzazione batterica.

 

I casi di infezioni ricorrenti, specialmente se trascurati o non trattati adeguatamente, possono diventare pericolosi, rischiando di propagarsi all’apparato genitale o alle alte vie urinarie.

Tra i diversi fattori di rischio della cistite ricorrente ci sono:

  • Familiarità;
  • Incompleto svuotamento della vescica durante la minzione;
  • Rapporti sessuali con molti partner;
  • Calcoli renali;
  • Stipsi;
  • Diabete;
  • Uso di Contraccettivi e creme spermicide che diminuiscono l’acidità vaginale.

 

I principali sintomi della cistite sono:

  • La difficoltà e il dolore a urinare, accompagnati da un aumento della frequenza dello stimolo e dalla sensazione di svuotamento incompleto della vescica;
  • L’eccessiva frequenza delle minzioni;
  • Il bruciore durante la minzione;
  • La modificazione delle urine che possono apparire più o meno torbide e maleodoranti;
  • Il dolore.

 

Quali sono le cause?

A causarla di solito sono microorganismi patogeni che normalmente vivono nell’intestino come il già citato, Escherichia coli, ma anche lo Pseudomonas e il Proteus che dall’uretra risalgono nella vescica; i batteri, però, possono raggiungere le basse vie urinarie anche attraverso l’intestino retto che è anatomicamente adiacente.

La donna è più esposta dell’uomo al rischio di cistite, infatti, stando alle statistiche il 37% delle donne ha avuto almeno un episodio di cistite ed il 57% ha avuto 3 o più episodi ricorrenti nella vita.

La ragione di questo fatto risiede in diversi fattori di tipo anatomico funzionale fra cui:

  • La brevità dell’uretra;
  • La vicinanza dell’uretra femminile con la vagina, l’ano e il perineo;
  • Eventuali traumi o congestioni pelviche legate all’attività sessuale;
  • La gravidanza, per le ovvie modificazioni anatomiche che provoca;
  • Gli squilibri ormonali post menopausa che indeboliscono le naturali difese della vescica;
  • I disturbi da svuotamento vescicale in età avanzata.


Fonti
:  Foxman B. The epidemiology of urinary tract infection. Nat. Rev. Urol. 7, 653-660; 2010;
Butler CC, Hawking MK, Quigley A, McNulty CA. Incidence, severity, help seeking, and management of uncomplicated urinary tract infection: a population-based survey. Br J Gen Pract. 2015 Oct;65(639):e702-7).

Prof.ssa Rossella Nappi
Professore Associato della Sezione di Clinica Ostetrica & Ginecologica,
Dipartimento di Scienze Morfologiche, Eidologiche e Cliniche dell’Università degli Studi di Pavia



Take Home Message
La cistite è un’infezione del tratto urinario (UTI). Si distinguono in: non complicate, acute, ricorrenti. La causa alcuni microorganismi patogeni che vivono nel nostro intestino (Escherichia coli, Pseudomonas, Proteus). A causa della conformazione della sua conformazione, la donna è maggiormente esposta dell’uomo. Se non trattata la cistite può diventare anche pericolosa. 

Tempo di lettura: 1′ e 10″

Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here